Servizi

OTTICA DEL CORSO

Soluzioni per i tuoi occhi

Ortocheratologia

L’ortocheratologia è una tecnica di correzione dei difetti visivi che permette di vedere bene durante il giorno senza occhiali o lenti a contatto, indossando delle speciali lenti a contatto semirigide durante la notte mentre si dorme e rimuovendole al risveglio.

Prevede la correzione dei difetti visivi di miopia, ipermetropia ed astigmatismo mediante lenti a contatto che modificano la curvatura della superficie corneale. Dato che la nuova forma acquisita dall’occhio, seppur temporanea, può essere mantenuta anche per alcune ore senza lenti, queste vengono solitamente indossate durante la notte.

In questo senso l’ortocheratologia può essere una alternativa agli occhiali o alle lenti, ma di durata transitoria e reversibile, in quanto è possibile tornare alla situazione precedente semplicemente smettendo di mettere le lenti a contatto.

Inoltre, l’effetto benefico principale è la capacità di rallentare la progressione del difetto visisvo soprattutto negli anni dell’adolescenza. La tecnica è priva di rischi e richiede visite mediche oculistiche di controllo.

Partner Ottica Del Corso

Esame della vista

L’esame della vista va effettuato periodicamente per evidenziare eventuali difetti visivi quali: miopia, presbiopia, ipermetropia, astigmatismo. Il nostro team utilizza le più moderne apparecchiature in modo da determinare i parametri della tua vista. Solo così sarà possibile personalizzare la lente più adatta alle tue esigenze. Nel caso ti venissero riscontrate problematiche visive significative, sarà nostra cura indirizzarti verso un’oculista o uno studio medico.

Visita ortottica

La visita ortottica, è una visita eseguita dal un ortottista che collabora con il nostro centro ottico, che mira a diagnosticare la presenza di anomalie a carico dell’apparato neuromuscolare dell’occhio e le alterazioni che da questi derivano e disporre il trattamento adatto al disturbo riscontrato. Attraverso la visita ortottica, che deve essere eseguita dai 4 anni in poi, si può anche monitorare l’eventuale evoluzione di una patologia già diagnosticata. Generalmente la visita ortottica valuta la motilità oculare, del senso della tridimensionalità (“stereopsi”), della convergenza, dei movimenti che permettono agli occhi una visione unitaria, dell’accomodazione.

Topografia corneale

La topografia corneale è una tecnica d’esame per la mappatura della superficie anteriore della cornea. La superficie anteriore della cornea è normalmente responsabile di circa il 2/3 della capacità refrattiva dell’occhio . Il potere diottrico e la regolarità della superficie corneale è fondamentale per la visione ottimale, pertanto la topografia corneale è un importante indicatore sia per la qualità ottica sia per la salute della cornea, evidenziando anche problematiche come  il cheratocono. Ponendo un pattern di luci dalla forma e distanza conosciute davanti alla cornea e guardandone il riflesso è possibile notare che questo viene generalmente rimpicciolito e deformato in relazione alla forma della cornea. Acquisendo il riflesso del pattern di luci proiettato sulla cornea, con una complessa elaborazione digitale, è possibile identificare la forma della cornea stessa grazie alle distorsioni del pattern originale.

Contattologia

La contattologia è una specializzazione dell’optometria: chi la ottiene non è un medico, non può prescrivere cure o indagare le patologie, può invece verificare se la persona può o non può indossare le lenti e determinare quale sia il tipo più adatto per un determinato difetto visivo. Gli occhi sono uno strumento, o meglio un dono, che merita cura e attenzione pertanto è il caso di effettuare una ricerca approfondita per ottenere il parere di di uno specialista: oltre alla gradazione, il contattologo effettua la misura del nostro occhio (indica il raggio e il diametro) e ci può consigliare sia sul tipo di materiale che sulle percentuali di acqua che le lenti a contatto dovrebbero avere per non darci fastidio.

Ipovisione

L’ipovisione è una condizione di acutezza visiva molto limitata, che impedisce il normale svolgimento della vita quotidiana, personale e professionale. Essere ipovedenti non significa non vedere. Tuttavia una funzione visiva bilaterale compromessa incide pesantemente sull’autonomia dell’individuo e sulla sua qualità di vita. Pur conservando una residua acuità visiva, il danno funzionale permanente subito dall’ipovedente rende molto difficile una serie di compiti e attività anche semplici, come leggere un libro e lavorare al computer. L’ottico optometrista è lo specialista che si occupa della riabilitazione di questo disturbo visivo.

Ogni martedì controllo gratuito test audiometrico e controllo/manutenzione su apparecchi acustici Amplifon
×

Ciao!

Contattaci qui per informazioni sui nostri servizi e prodotti o inviaci una mail a info@otticadelcorso.eu

 

× Come possiamo aiutarti?